capodannobergamo.com - cenoni, feste, discoteche, hotel, agriturismi, tutto su come passare il capodanno a Bergamo e provincia

Info & Prenotazioni:

Scrivici info@capodannobergamo.com

Teatro Donizetti di Bergamo

Concerti e spettacoli al Teatro Donizetti durante il periodo di natale e capodanno

Data Pubblicazione:

Teatro Donizetti di BergamoUno dei più famosi teatri di Bergamo, il Donizetti è gestito dal comune tramite l’Assessorato alla Cultura e Spettacolo e presenta oggi spettacoli degni di rilevanza nazionale ed internazionale.

 

Il Teatro Donizetti è stato realizzato attorno alla fine del Settecento e intitolato, ovviamente, al grande compositore bergamasco, uno dei più famosi figli di questa città lombarda.

 

E’ stato detto che il teatro Donizetti dà a Bergamo una tradizione teatrale assolutamente ricca e paragonabile quasi a quella della Scala di Milano.

 

Una caratteristica che rende questo teatro unico è il fatto che si tratta del primo realizzato in muratura a Bergamo, oltre che uno dei primi in Italia (tranne la Scala di Milano, all’epoca in cui il teatro Donizetti di Bergamo venne realizzato, tutti i teatri erano fatti in legno).

 

Da un punto di vista del numeri e dei dettagli tecnici, il teatro ha una superfice totale di 3.200 metri quadrati, con i luoghi più grandi che sono l’atrio, la sala degli spettacoli e il palcoscenico. La sala mantiene ancora il suo disegno originario realizzato nel 1786 e ha una capacità di 532 posti a sedere sulle poltrone, per un totale di 1.154 se si considerano anche i palchi.

 

Tra gli spettacoli teatro Donizetti Bergamo possiamo vedere il Bergamo Musica Festival, ovvero la Stagione Lirica e di Balletto che caratterizza ogni anno la città bergamasca, oltre che la prosa e il teatro contemporaneo. Tra le altre iniziative che vedono il Teatro Gaetano Donizetti di Bergamo come palcoscenico principale, vediamo il Festival Bergamo Jazz e l’operetta.

 

Tra le opere che sono state tenute in passato e che si tengono ancora oggi, possiamo vedere il Riccardo Terzo di Shakespeare, “L’importanza di Chiamarsi Ernesto” di Oscar Wilde e il Don Giovanni da Molière, Puskin e Da Ponte.

 

Un teatro unico per una città davvero indimenticabile.

publisher
back to top